Consulenza aziendale e legale

Consulenza aziendale

La consulenza nelle aziende con la figura di un terapeuta può assumere diverse sfaccettature.

Si può avere ad esempio necessità di un professionista per effettuare dei colloqui, durante un percorso di assunzione.

Nello specifico, le aziende possono desiderare di avvalersi del punto di vista di un esperto che abbia la capacità e le conoscenze per individuare le competenze ricercate dall’impresa, per quella specifica mansione.

Il terapeuta può essere anche contattato per sostenere dei corsi di formazione da sottoporre ai  dipendenti, utilizzando specifiche tecniche di mantenimento dell’attenzione e di verifica dei risultati raggiunti. A tal proposito, è molto utile organizzare degli incontri tra i membri di un team di lavoro: spesso la produzione di un bene e, in generale, gli obiettivi subiscono un rallentamento a causa di criticità nel gruppo di lavoro, difficoltà comunicative, incomprensioni.

La presenza di un professionista, di uno sguardo esterno ed esperto, offre la possibilità di comprendere la natura del problema all’interno del team e di individuare delle alternative che favoriscano lo sviluppo di un clima di lavoro sano ed equilibrato.

In relazione alla situazione contingente, quindi, pianificheremo il numero di incontri, le tempistiche e valuteremo insieme gli obiettivi da raggiungere.

Un ambito ancora poco diffuso è rappresentato dallo sportello psicologico in azienda, ovvero dalla possibilità per i singoli dipendenti di avere a disposizione uno spazio in cui chiedere un sostegno, un confronto su tematiche personali, lavorando anche sull’emergenza, qualora fosse necessario. Stabiliremo quindi delle giornate dedicate alla salute ed al benessere mentale.

La psicologia è difatti tematica universale e vi sono dei momenti nella nostra vita in cui pensieri, preoccupazioni, eventi possono inficiare la nostra efficienza ed efficacia nella produttività, nel nostro lavoro. Avere a disposizione uno psicoterapeuta nella tua azienda sosterrà quindi lo sviluppo di un ambiente caratterizzato da cooperazione e da collaborazione tra i dipendenti, i quali avvertiranno sicuramente l’attenzione che l’impresa per la quale lavorano ha nei loro confronti, favorendo di conseguenza maggiore attenzione ed impegno nella propria attività.

Consulenza legale

La consulenza legale è un ambito molto delicato e complesso che richiede specifiche competenze ed una determinata formazione.

Durante un procedimento, penale e/o civile, il giudice può avvalersi della collaborazione di un esperto (CTU), il cui parere può essere necessario per l’elaborazione della sentenza. Allo stesso modo, le parti coinvolte nella causa possono nominare un professionista, che è definito Consulente Tecnico di Parte (CTP), con l’obiettivo di avere una seconda opinione e di svolgere una sorta di controllo sull’operato del CTU. Le due figure svolgono lo stesso compito, ma ciò che cambia è quindi il mandante.

Il ruolo del CTP diventa quindi fondamentale, in quanto attraverso le sue competenze tecniche può proteggere gli interessi della parte che lo ha nominato. In caso contrario, infatti, quest’ultimo dovrebbe affidarsi unicamente alle verifiche svolte dal tecnico nominato dal giudice. Si precisa che la nomina non è obbligatoria, ma è ovviamente consigliata, al fine di avere a disposizione tutti gli strumenti necessari per la difesa.

Un’altra precisazione: la consulenza è un evento diagnostico, non terapeutico. Per tal motivo, il ruolo di terapeuta non può coesistere con quello del consulente. Ad esempio, il clima di accoglienza e di alleanza di lavoro sussiste in entrambi i casi, ma in ambito giuridico si tratta di un rapporto asimmetrico, per il compito che il professionista si trova ad eseguire.

La mia formazione in ambito giuridico, mi permette quindi di propormi nella qualità di CTP, in osservanza del codice deontologico e delle indicazioni legislative in materia.

 

Torna su